Crea sito

IL TONNUTO©

PERIODICO D’ACQUA DOLCE -ANNO V -  n° 45   DICEMBRE 2004

 


MONDO RINGHIO!

EDITORIALE 
A CURA DI

“LA NOTTE… NON DORMO MAI”

Cari amici bentrovati…

Rubo il titolo da un album live del genovese Baccini per rendere l’idea di quella che è diventata la mia vita in questa casa redazionale dopo l’arrivo del piccolo Valentino.

Avrebbero dovuto aspettare un paio di annetti prima di farlo venire a casa dall’ospedale. Da quando è tornato lui io, di notte, non dormo più.
O, per meglio dire, non dormo mai… neanche di giorno.
E prima mangia, e poi la colichina, e quindi il singhiozzo e poi via di nuovo, piange, mangia, bisognino ecc. ecc.

Vedo, davanti a me una vecchiaia non proprio tranquillissima, come io avevo sinceramente sognato… ma tant’è; qui sono talmente entusiasti (anche se, pure loro dormono proprio poco) che ormai mi tocca rassegnarmi.

Venendo a quel che è successo in giro per il mondo in questi due mesetti… beh, devo dire che, purtroppo il guerrafondaio Bush ha vinto le elezioni USA… per la puta madre!!!
Quindi non sono valsi a nulla tutti gli “attenti” lanciati agli elettori USA… alla fine il potere vince; difficile dire se aiutato o meno dalla poca credibilità degli avversari politici.
Il mondo è di nuovo, e per un quadriennio, in mano al “DABLIU” come lo chiamano… che se poi anagrammi ti ritrovi più o meno con in mano DIABLU… come il posto dove manderei tutti quelli che l’hanno votato.
L’unica speranza a questo punto è che il “DABLIU” non faccia molti altri casini in giro per il pianeta; so bene che è una semplice, flebile speranza, ma lasciatemi almeno quella. Per ora.

Un abbraccio e alla prossima.


SULLE ORME DI… 

 PHIL OCHS 

 

 


PHIL OCHS (1946 –1976)

Ordino per posta un cd dell’amato Eric Andersen “MEMORY OF THE FUTURE” ad un prezzo stracciatissimo (4,99 Euro) e ci scopro una canzone bellissima; “WHEN I’M GONE”.

Probabilmente insieme a “The ballad of Judas Lee and Frankie Liest” dall’abum di David Grisman e Jerry Garcia quella cantata da Andersen è la canzone più bella che ho sentito sinora in questo 2004.

Scopro solo nei credits che la canzone non è di Eric, bensì di tale Phil Ochs che, scopro, essere stato grandissimo amico e compagno di avventura del nostro amato Andersen.

Una canzone bellissima, struggente e poetica come il suo autore.

Mi informo.

Leggo quindi note biografiche su PHIL OCHS e sulla sua musica; riesco persino a rintracciare i primi due suoi album… “ALL THE NEWS THAT’S FIT TO SING” e “AIN’T MARCHING ANYMORE”.

Due album da dieci e lode, due album stupendi.

Due dischi che mi dicono tutto di Phil e del suo mondo… un mondo fatto di impegno, protesta e denuncia, di prese di posizioni ben precise (contro la guerra in Vietnam, per esempio)… un modo di essere che, gli fa perdere un remunerativo contratto discografico, solo per avuto il coraggio di scrivere testi scomodi per l’allora mondo “democratico” a stelle e striscie.

Una musica estremamente essenziale, quella di Ochs; un folk acustico scarno, spoglio ma ricchissimo di contenuto e, in sostanza ben più efficace di altre nefandezze strumentali. La musica di Ochs ha una poetica molto vicina a composizioni dei grandi del movimento folk usa quali, per esempio, Fred Neil, Judy Collins e lo stesso Eric Andersen.

Phil Ochs visse in un contesto ostile che non solo lo ignorava, ma ne intuiva la pericolosità sovversiva, è un dato di fatto che il nostro a nemmeno trent’anni si impiccò deluso, forse, dalle troppe battaglie contro la morale imperante, combattute e, regolarmente perse.

Un autore del quale ritornerò a parlare in occasione di uno speciale sul Greenwich Village di New York e sugli autori del cosidetto Folk-revival.

 


 MUSIC FOR TONNO…
 IL DISCO DEL MESE

 MARK KNOPFLER 
“SHANGRI - LA”
ascoltato da Mauro

A due anni di distanza dal precedente ottimo lavoro di studio “RAGPIKERS DREAM” Mark Knopfler, stimatissimo ex leader dei DIRE STRAITS  ci regala un nuovo lavoro dall’esotico ed evocativo  titolo SHANGRI – LA.

Questo album ha accompagnato, qui in casa TONNUTO, le ultime settimane di attesa per la nascita del nostro Valentino.

Una volta ritornati a casa è stato, di fatto, la prima ninna nanna del nostro piccolino. Motivi di famiglia, quindi, che rendono questo lavoro del bravo chitarrista un capolavoro imprescindibile nel panorama musicale di questo nostro anno di grazia 2004.

Talmente imprescindibile da scavalcare, nelle nostre preferenze  2004, persino un “mostro sacro” come il buon Willy DeVille.

SHANGRI-LA è, a tutti gli effetti, un disco bellissimo, di quelli che valgono, di titolo e diritto, un buon 10 in pagella. Gli manca la lode, che l’avrebbe portato a scavalcare anche l’ottimo Haynes e il suo live strepitoso… ma, tant’è.

Il disco, che prende il titolo dagli studi musicali californiani dov’è stato composto e registrato, ha delle sonorità stupende e si compone di 14 ballate che, ascoltate una dopo l’altra e più volte, sembrano divenire un’unica sola voce.

Ballate lente, dalle quali traspare tutta la malinconia e la vena narrativa intimistica di Knopfler.

Un disco che, le diverse recensioni lette, classificano,  per via di queste atmosfere lente e melanconiche, “autunnale”. E così è. Un disco da ascoltare e riascoltare in queste serate di pioggia e foglie che cadono. Un disco che è arrivato giusto e appunto insieme con il nostro cucciolo in giornate piene di pioggia e vento… attraversando  giornate di forti emozioni e gioia. Mai come questo di Knopfler, un cd è stato la summa e la massima espressione delle emozioni di giorni che noi, qui, non dimenticheremo mai.

Chi ha amato, ed ancora ama i DIRE STRAITS (a noi, personalmente piacciono alcune “storiche” canzoni ma, non possiamo certo definirci autentici fans) si rassegni: il tempo del Knopfler “scatenato” con i suoi celeberrimi e smanettanti riff, eseguiti con la sua Fender Stratocaster a tracolla sono finiti. Ora Mark, nei suoi album, di riff  ne inserisce pochissimi… tutti del solito ottimo, eccelso  livello, ma li esegue con una calma olimpica, come se avesse su il silenziatore. Oltretutto il nostro ora predilige un altro attrezzo; è infatti  una Gibson “Les Paul” ad accompagnarlo perlopiù nel cammino tracciato in SHANGRI-LA.  Da notare come la “Les Paul” sia anche la prima scelta di Warren Haynes Una manciata di splendide canzoni in un album che, potrebbe costituire anche un’ottimo regalo di Natale.

Per intenditori.

 

 


 

 I MIGLIORI DEL 2004
 by Mauro

1

WARREN HAYNES

LIVE AT BONNAROO

2

MARK KNOPFLER

SHANGRI LA

3

WILLY DeVILLE

CROW JANE ALLEY

4

MASSIMO BUBOLA

SEGRETI TRASPARENTI

5

PEARL JAM

BENAROYA HALL 22/10/2003

6

LOU DALFIN

L’OSTE DEL DIAU

7

TREVES BLUES BAND

BLUESFRIENDS

8

JERRY GARCIA &
 DAVID GRISMAN

BEEN ALL AROUND THIS WORLD

9

JOHNNY CASH

MY MOTHER’S HYMN BOOK

10

JASON REED

SMITHVILLE

 

 


 

IL DISCO DEL MESE

by FaZ

 

IL PARTO DELLE NUVOLE PESANTI

 

Ma chi sono ?

Calabresi, trasferiti a Bologna per motivi di studio, i musicisti del Parto delle Nuvole Pesanti suonano dal 1990.
Inizialmente si fanno strada nei centri sociali. Il primo album è "Alisifare" del 1995.  Ne sono seguiti altri sei.
Il loro genere: ballate tarantolate, folk, folk-punk, testi  poetici ironici, dialetto mischiato all'italiano, tedesco, inglese, sardo, mugugni urla gemiti. Influenza mediterranea.
La formazione è leggermente cambiata negli anni.  Oggi è composta da  Peppe Voltarelli, Salvatore De Siena e Amerigo Siriani, oltre che tantissimi  “ospiti” importanti che li accompagnano di frequente.
 Il loro ultimo lavoro, uscito il mese scorso, é  "IL PARTO”.

“ IL PARTO “
etichetta: Storie di Note

 

E’ il settimo CD ufficiale della band, realizzato nei primi mesi del 2004 ed appena rilasciato al pubblico.  Sono 20 brani che i tre componenti del gruppo cantano e suonano in compagnia di gente esperta come Davide Van De Sfroos, Marco Messina dei 99 Posse, Roy Paci, Claudio Lolli, Paolo Jannacci, Amy Denio, Sergio Tacchi, Claudia Crabuzza, Les Anarchistes, Antonello Ricci, Ettore Castagna, Franco Crisaldi e Pasquale Morgante.    
Circa 70 minuti di ottima musica, allegra e trascinante in partenza per poi divenire più poetica, emotiva, seria e  teatrale nel finale.

Sedici i brani cantati oltre a due strumentali ed a due cover scelte dal gruppo:    “Abbiamo scelto Luigi Tenco e Fabrizio De Andrè", spiega Voltarelli, "perché sono i grandi maestri del cantautorato italiano, ma il nostro percorso passa anche per Modugno, Fossati ed Endrigo. Oltre alle cover possiamo dire che abbiamo applicato i loro insegnamenti musicali nei nostri brani nuovi”.
Non dimenticano le proprie radici calabresi nonostante i venti anni passati a Bologna e ricordano che il primo ad usare, come loro, l’ironia nei testi è stato proprio Rino Gaetano, loro conterraneo.

Il CD contenente anche un bel librettino con tutti i testi (ottima cosa perché viene davvero la voglia a cantare alcune delle canzoni)   è  supportato nella vendita da numerosi coinvolgenti concerti e show case in giro per tutta l’Italia.
Inoltre è pronto anche un videoclip della prima traccia del disco, “Onda calabra”. Questa ha fatto da colonna sonora ad un film (“Doichlanda”) vincitore del premio della giuria del Festival di Torino.

Per darvi un idea sul tipo di canzoni che realizzano, posso dirvi che vi sono tracce che ricordano De Sfroos, Sulutumana, Lolli, Ruggeri, Modugno,  T.De Sio, Capossela, Paolo Conte, etc. 

Nel disco troviamo, oltre alla maggior parte del materiale che è inedito, anche alcuni brani preesistenti “sfruttati” per vari progetti: è il caso di Onda Calabra, che apre il CD e, come detto sopra, scritta per un film; stesso discorso per La guerra di Piero realizzata per un tributo a Faber e per Ognuno è Libero tratto dalla raccolta Come Fiori in Mare dedicato a Tenco.  Non inediti sono anche l’evocativa Cantare, scritta per uno spettacolo teatrale dedicato a Domenico Modugno, ed il monito ad un mondo a rischio inquinamento Attenzione all’estinzione, scritta in occasione delle Ambientiadi.  Le altre canzoni sono L’Imperatore dove si passa con estrema naturalezza dalla pizzica meridionale al dialetto laghèe. Poi la splendida  poesia caposseliana  Riempire gli spazi , un ironico tango Banaltango, l’ibrida Capatosta dura prima poi dolce nel finale grazie alla bella voce della cantautrice americana Amy Denio, segue poi la veloce mediterranea Via da questa miseria , un valzerino triste-allegro Il lavavetri, la strumentale Zù Lanieri, la canzone d’autore I musicisti di Lolli.  Segue poi la dolcissima Piccola mia. Da questo punto in avanti a mio parere cambia lo spirito del CD. La traccia 14 fa da “intervallo”, tutta strumentale, tastiera basso e chitarra elettrica.  Le altre tracce che seguono danno l’idea di canzoni per teatro e racconti.

Curiosa la traccia che chiude il disco: un errore sottolineato dal fonico durante una registrazione si trasforma in una dichiarazione: "la stonatura è uno scopo da realizzare... non c’è voce che non abbia un’imperfezione. Non togliamo l’umanità alle voci e alla storia". Una dichiarazione d’altri tempi, da artigiani della canzone.

1. ONDA CALABRA

2. L'IMPERATORE

3. Riempire gli spazi

4. Gli amici degli amici

5. Banaltango

6. Capatosta

7. Via da questa miseria

8. Cantare

9. Il lavavetri

10. Zu' Lanieri

11. I musicisti di Lolli

12. Piccola mia

13. Attenzione all’estinzione

14. Meccaniche terrestri

15. Ognuno E' libero

16. Gilles

17. La guerra di Piero

18. La Paura

19. Cineserie

20. Voci umane

 

Se volete acquistare il CD (dovete farlo !) lo trovate in negozio a 14 euro.
Io l’ho preso a Cantù da Music Maker.    
Volendo è acquistabile anche dal sito di Storie di Note o dal loro stesso sito in cui potete comprarvi anche tutti gli altri loro album:

Sito Internet          http://www.partonuvole.com

 

 

Per conoscere meglio …IL PARTO DELLE NUVOLE PESANTI

                     

Formazione & Strumenti

Peppe Voltarelli: fondatore del gruppo, voce, fisarmonica, chitarra acustica ed elettrica, pianoforte, pianino bontempi, piatto
Amerigo Sirianni: chitarra acustica, classica e elettrica, mandola, mandolino, oud, pianoforte, rullantino, pentolino, cori
Salvatore De Siena: tamburello, grancassa, cajón, piatti, shaker, frullatore, tastiera percussiva, sventola di lamiera con palline, campanelli, vibrafono, banditore, voce parlante, cori

 

Biografia
Quale sia il significato nascosto nel nome più poetico della storia del rock italiano, non è dato sapere: meglio lasciare ad ognuno la libertà e la fantasia di scoprire cosa si cela dietro a Il Parto delle Nuvole Pesanti.
Nato a Bologna dall’incontro di Peppe Voltarelli e Salvatore De Siena, all’inizio degli anni ’90, Il Parto realizza con “GUERRA AL SALARIO” (1992) il suo primo demo in cui prevale l’iniziale vena punk del gruppo. Successivamente con l’arrivo di Amerigo Sirianni esce “ALISIFARE “(1994) il primo cd autoprodotto. Il folk ed il rock vengono fusi in una patchanka primordiale, dove il dialetto calabrese interagisce con la lingua italiana in un continuo rimando che svela i molteplici significati di testi mai banali.  Brani come “Raggia” e “Sahara Consilina” fanno respirare la poetica dell’emigrante che sarà sempre presente negli anni a venire. In seguito alla formazione si aggiunge Mimmo Mellace ed esce “PRISTAFORA” (1996), secondo cd autoprodotto, in cui si affina la scrittura, l’italiano prende il sopravvento nei testi e compare la satira in L’uomo che (st)ride” e in “Amaro ti tonifica”. Il successivo disco “4 BATTUTE DI POVERTA’” (Sony/Lilium)(1998) segna il passaggio al grande mercato discografico e la definitiva consacrazione del gruppo. L’album contiene canzoni tradizionali “Riturnella” o dedicate al tema del viaggio “Lesina”, e brani dal forte contenuto sociale. “Sule” che punta l’indice sullo sfruttamento della prostituzione, e “Bambini Volanti” che mette in guardia dai falsi sogni alimentati dalla tv, sono alcuni dei temi trattati con una semplicità disarmante, ma estremamente efficace. Il successo cresce, testimoniato dalla partecipazione al tradizionale concerto del 1 Maggio a Roma (1998), dalle finali al della Premio Italiano Musica (PIM) come rivelazione dell’anno 1999 e 2001 , dalle ripetute partecipazione al Premio Tenco (1998, 1999 e 2001), dall’omaggio a Renato Carosone del 2001 nello Stadio S. Paolo di Napoli, dagli innumerevoli passaggi radiofonici e televisivi e soprattutto dalle migliaia di concerti che sempre più spesso varcano i confini italiani.

La maturità del gruppo calabro-emiliano giunge con il disco “SULLE ALI DELLA MOSCA” (Sony/LIlium) (2000). Con testi quasi tutti in italiano, si perfeziona uno stile sempre riconoscibile, il rock si coniuga con la canzone d’autore.
Il 4 settembre ’02, nell’ambito del festival dedicato al cantautore crotonese, Rino Gaetano, il Parto ha presentato il nuovo lavoro realizzato insieme a Claudio Lolli. Si tratta del famoso disco del cantautore bolognese, “HO VISTO ANCHE DEGLI ZINGARI FELICI” pubblicato nel ’76, riarrangiato dal Parto e cantato dalla voce matura del poeta Lolli. Il disco-live che ne è nato, prodotto e distribuito dalla casa discografica Storie di note, è uscito ad Aprile 2003.
La carovana del Parto ha toccato, dopo New York, l’altro polo della tensione politica internazionale, e cioè Baghdad. Con un concerto per pace tenuto nella capitale irachena l’8.11.02, insieme a tanti altri musicisti, nell’ambito dell’iniziativa "IL CIELO SOPRA BAGHDAD” le Nuvole Pesanti hanno confermato il loro forte impegno sociale e civile e per ciò hanno ricevuto già un riconoscimento dalla Provincia di Crotone, ed un altro dal Comune di Cosenza.
Nel 2003 partecipano come attori alle realizzazione di DOICHLANDA,  film diretto da Giuseppe Gagliardi. Doichlanda è il documento di un viaggio musicale dei musicisti de IL PARTO DELLE NUVOLE PESANTI nei ristoranti calabresi in Germania. Un racconto, attraverso le facce degli emigranti, dei cambiamenti, delle trasformazioni e delle contraddizioni di un tessuto sociale e culturale molto interessante.

 

Discografia:

1991 Demotape, Guerra al salario (rimasterizzato in CD nel 2002, Lu ragnu stortu Records)
1994 CD, Alisifare, Lu ragnu stortu Records
1996 CD Pristafora, Lu ragnu stortu Records
1997 CD, 4 battute di povertà, Lu ragnu stortu Records, distr. Lilium/Sony music
1999 CD, aa.vv. La notte del dio che balla, con il brano Ballo senza piedi, distr. Cni
2000 CD, Sulle ali della mosca, Lu ragnu stortu Records, distr. Lilium/Sony music
2001 CD, Roccu u stortu, Lu ragnu stortu Records
2001 CD, aa.vv. Come fiori in mare, Luigi Tenco riletto, con il brano Ognuno è libero,  Lilium, distr.Virgin
2002 CD aa.vv. Canzoni per te (dedicato a Sergio Endrigo), con il brano L'orlando, Club Tenco, distr. Ala Bianca
2003 CD, Ho visto anche degli zingari felici, con Claudio Lolli e Paolo Capodacqua, Storie di note, distr. Suonimuisc
2003 CD, aa.vv. L'altra faccia 
2004 Ottobre, dopo alcuni mesi di lavorazione, esce per l’etichetta Storie di Note il loro nuovo disco .

 


 I MIGLIORI del mese    per FaZ

 

 I 5 CD DA REGALARE
 by FaZ

 

1

IL PARTO DELLE NUVOLE PESANTI

Il parto

2

VINICIO CAPOSSELA

L’indispensabile

3

NINA SIMONE

Let it be me

4

WILLY DEVILLE 

Crow Jane Alley

5

LOU DALFIN  

L’oste del Diau

 

 I + Ascoltati del Mese 
by FaZ

 

1

IL PARTO DELLE NUVOLE PESANTI

Il parto

2

NINA SIMONE

Baltimore

3

NINA SIMONE

Let it be me

4

JERRY LEE LEWIS

The Killer collection

5

VINICIO CAPOSSELA

Modì

6

EELS

Electro shock blues

7

MODENA CITY RAMBLERS

Terra e libertà

8

VINICIO CAPOSSELA

L’indispensabile

8

ERIC BURDON

the Animal's greatest hits

9

BILLY IDOL

Cyberpunk

10

WILLY DEVILLE

Loup Garou

11

B.B.KING

Lucille & friends

12

JOHN RENBOURN

Live in Italy

13

LOU DALFIN

L’oste del Diau

14

WILLY DEVILLE 

Crow Jane Alley

15

SUBSONICA

Microchip emozionale

16

JIMI HENDRIX

Blues

 

 


 ZAP NEWS
Curiosità …dall’universo…(fin) dove l’uomo può arrivare.

1)      La canzone di Natale più venduta – La registrazione di Bing Crosby White Christmas (1942) ha venduto oltre 100 milioni di  copie in tutto il mondo, con almeno 50 milioni di singoli venduti. White Christmas è stato ristampato annualmente dal 1942. L'ultimo successo in classifica è del dicembre del 1998, quando per tre settimane è stata la n° 29 in Inghilterra.

2)      1 luglio: buon compleanno cellulare In Germania il telefono cellulare ha compiuto in questi giorni 10 anni. Nonostante il cellulare sia diventato, come sostiene la rivista Süddeutsche Zeitung, il migliore compagno dell'uomo, questo non è un buon periodo per il settore telefonia mobile: molte le aziende coperte da debiti! Comunque sia, "Alles gute zum Geburtstag" (n.d.r. "tanti auguri di buon compleanno").

3)      Il concerto effettuato nella maggior parte dei continenti in 24 ore è stato fatto dai britannici Def Leppard  su tre continenti - Africa, Europa ed America del Nord, il 23 ottobre 1995. Ciascuno dei concerti è durato almeno un'ora ed è stato assistito da 200 o più persone. Il primo è cominciato alle 12.23 nel Marocco. La band è poi volata a Londra per il secondo concerto ed ha rifinito il tutto a Vancouver, Canada, alle 23.33  dello stesso giorno.

4)      La maggior distanza a cui è stata udita una voce umana.   La distanza a cui è stata sentita chiaramente una voce umana via aria  è  180 metri (200 yd). Silbo, la lingua fischiata degli abitanti di lingua spagnola delle Canarie di La Gomera, è comprensibile nelle circostanze ideali a 8 chilometri. C’è un caso registrato di voce umana che è stata rilevata ad una distanza di 17 chilometri.

5)      Secondo un rapporto dell'Istat sono oltre 9 milioni gli italiani che usano Internet ed è quasi raddoppiato, rispetto a cinque anni fa, il numero di utenti che ha a casa un personal computer. Il 68,5 % degli italiani va in rete per divertimento, il 51,5 % per lavoro, e il 15,5 % per motivi di studio. Si accede ad Internet soprattutto per lo scambio di e-mail e la ricerca di informazioni

6)      La Kidman nel guinnes dei primati - Nella prossima edizione del Guinness dei Primati ci sarà anche Nicole Kidman, che figurerà come la star più pagata in uno spot pubblicitario. Grazie alla pubblicità di Chanel N.5, per cui Nicole Kidman ha guadagnato 3 milioni 700mila dollari, la bella attrice risulta la protagonista di spot più pagata!

7)      Nascerà presto il Napster per i libri - Dopo l'enorme successo del software per la condivisione di file musicali in rete, sta per nascere un nuovo programma che permetterà di scaricare file di testo in formato ascii, universalmente letto dalla maggior parte dei computer anche quelli di vecchia progettazione. Proprio mentre il sito Napster ha perso la causa per i diritti d'autore contro le case discografiche americane, Textz.com, questo il nome del sito dal quale sarà possibile scaricare il nuovo software, annuncia di voler dare battaglia alle case editrici dando la possibilità di scaricare gratuitamente centinaia e centinaia di libri. Riuscirà in questa impresa o finirà a soccombere nel giro di pochi mesi?

8)      Forse preoccupato dai recenti tagli al fondo unico per lo spettacolo (meno 90 milioni di euro), previsti nella finanziaria, Carlo Verdone si è lasciato andare a un veemente sfogo di fronte ad alcuni giornalisti del "Giornale dello Spettacolo", sostenendo che il paese sarebbe "culturalmente in netta regressione". Non pare comunque che le motivazioni di questo pessimismo dell'attore/regista romano siano da ricercarsi soltanto nella diminuzione dei finanziamenti statali al cinema italiano, Verdone si sarebbe infatti dichiarato scandalizzato dall'attenzione riscossa dalle sorelle Lecciso e con il fatto che - a suo dire - la seconda metà del 2004 sarebbe stata profondamente deludente per l'Italia cinematografica.

9)      Uscirà a marzo la prima pellicola interpretata dai due simpatici comici Ale e Franz. Famosi per le loro scenette girate a Zelig su una panchina i due comici diventano attori. Sempre sul genere dei loro personaggi Ale e Franz recitano in "La terza stella", un film diretto Alberto Ferrari. Il film è girato a Cerveteri dove Ale interpreta il proprietario dell'albergo Belvedere e Franz il ruolo del cognato che cerca di dargli una mano...

10)  David Beckham, Zinedine Zidane e Raul interpreteranno se stessi in "Goal !", una trilogia sul calcio. A dirigire il primo film sarà Danny Cannon e il protagonista sarà Diego Luna. Il film racconta la carriera di un calciatore che verrà chiamato dal Newcastle United... Le riprese di questo primo capitolo inizieranno a gennaio.


 

AUGURI  "Guinness World Records"  !! 
Ha compiuto 50 anni il FAMOSO LIBRO.

 

Breve storia di un libro di successo

Era il 1951 e sir Hugh Beaver, allora direttore della famosa distilleria irlandese Guinness, coinvolto in una curiosa discussione durante una battuta di caccia capì che un libro in grado di raccogliere e fornire risposte tipo:  “Qual è l'uccello-preda più veloce del mondo? Il piviere dorato o la pernice?”  avrebbe avuto un enorme successo.
L'idea cominciò a delinearsi pochi anni dopo, quando a Norris e Ross McWhiter, che fino ad allora avevano gestito a Londra un'agenzia di ricerche, fu chiesto di compilare quello che poi sarebbe divenuto il
"Guinness dei primati".
Nel Natale di quello stesso anno, la prima edizione del Guinness raggiunse i vertici della classifica dei bestseller britannici.    Oggi, dopo mezzo secolo, il libro dei primati si vende in oltre 100 milioni di copie in 100 Paesi diversi e riesce a "parlare" 37 lingue. 
Nessun'altra impresa raccoglie, conferma, accredita ed espone dati sui record mondiali con la stessa dovizia di particolari e con altrettanta veridicità.  Questo è il vero record del libro dei record.
Illuminanti e rivelatrici le parole di Stewart Newport, "signore e padrone" dei primati: «In qualità di custode dei record è mio dovere garantire l'accuratezza e la pertinenza di ciascun Guinness World Record. Il mio gruppo di ricercatori opera con indefettibile imparzialità e assoluta dedizione alla veridicità. Un fatto diventa un record mondiale solo dopo essere stato provato, verificato ed elevato al di sopra di ogni sospetto».
Attualmente il marchio "Guinness World Records" appartiene alla HIT Entertainment, azienda creata nell'ottobre del 1989. La compagnia si quotò fin da subito al London Stock Exchange con un capitale iniziale di 29 milioni di dollari. Oggi il valore di mercato ha superato i 600 milioni di dollari, affermandosi come uno dei marchi più solidi nel mondo dell'intrattenimento.

Ogni anno l'istituto riceve circa 65mila domande da persone che vogliono battere o creare un record. A causa del numero elevato di richieste, di solito gli esperti ci mettono dalle 4 alle 6 settimane per rispondere.
Provare a battere un record non costa nulla.

 

 

PRIMATI… CURIOSI

Qual è ad esempio il giorno più lungo mai vissuto sulla Terra? La risposta è semplicissima: il giorno che si impone nel Guinness dei Primati per la sua durata è... oggi. Com'è possibile? A causa delle maree parte del moto della Terra è trasferito alla rotazione della Luna e l'orbita della Terra sta quindi progressivamente rallentando. Non una frenata brusca - sia chiaro -, qualcosa di molto più dolce: solamente 0,02 secondi al secolo. Eppure questo fa sì che ogni giorno la Terra giri su se stessa in modo un po' più lento, rendendo ogni giornata impercettibilmente più lunga di quella precedente.

Il titolo più lungo che sia mai stato utilizzato per un film appartiene a Lina Wertmuller: "Un fatto di sangue nel commune di Sculiana fra due uomini per causa di una vedova. Si sospettano moventi politici. Amore-Morte-Shimmy. Lugano belle. Tarantelle. Tarallucci e vino".

Con i suoi 1500 litri è italiano il cappuccino più grande del mondo. Da buoni golosi, deteniamo anche due importanti primati che riguardano il cioccolato, la più grande barretta (2.280 kg) e il più grande "cioccolatino": si tratta di una versione extra large da 5.980 kg di un bacio Perugina, denominato, giustamente, BaciOne. Ma ce n'è anche per coloro che preferiscono orientarsi su qualcosa di diverso dai dolci: 486.8 metri di salame dovrebbero bastare a soddisfare i più ingordi.

Decisamente meno lusinghiero è il fatto di avere l'organizzazione criminale con i profitti maggiori: si stima che la mafia nel 1986 producesse utili per 75 milioni di dollari.

E chissà quali sono state le motivazioni che hanno spinto Amatore Bolzoni a intraprendere un'insolita collezione che ora lo porta a primeggiare nel Guinness. Forse anche a causa del suo nome questo signore ottantenne di Carpenedolo, in provincia di Brescia, ha cominciato a collezionare diversi tipi di preservativi da tutto il mondo, arrivando ad averne 1.947. Ce ne sono di tutti i tipi: da quelli di seta del 1400 a quelli in budello di pecora che erano utilizzati nel XIX secolo, passando per esemplari fluorescenti, profumati e con carillon incorporato.

La nazione con la rete ferroviaria più corta? È il Vaticano con soli 862 metri di strada ferrata.

L'auto di maggior valore? È una Bugatti, valutata 15 milioni di dollari.
Michel Lotito (nato il 15 giugno 1950), da Grenoble, Francia, mangia oggetti in metallo e in vetro dal 1959. I gastroenterologi descrivono la sua abilità di consumare 900 g. di metallo al giorno unica.



 

GUINNESS DEI PRIMATI FEMMINILE

 

Sorprendentemente, a causa delle pressioni ricevute da gruppi di femministe, la Guinness è stata obbligata a pubblicare una versione esclusivamente femminile del libro dei Primati.
Di seguito trovate alcuni estratti dall'edizione del 2002:

 

PARCHEGGIO:

Il più piccolo spazio lungo il marciapiede nel quale una donna sia riuscita a parcheggiare in retromarcia è di 19.36 metri, equivalente a tre spazi di parcheggio standard. Record stabilito dalla sig.a Elisabetta Settimi alla guida di una Fiat Panda 750 non modificata il giorno 12 ottobre 1993. La donna ha iniziato la manovra alle 11:15 a Pontecagnano di Sotto ed ha parcheggiato con successo a 92 centimetri dal marciapiede 8 ore e 14 minuti più tardi. I giudici hanno registrato delle ammaccature sui paraurti frontale e posteriore e su quelli delle due macchine vicine, così come la vetrina di un negozio infranta e due pali della luce divelti.

 

CONFUSIONE DA FILM

Il tempo più lungo in cui una donna ha guardato un film col marito senza chiedere qualche domanda stupida sulla trama fu registrato il 28 di ottobre del 1997, quando la sig.a Bruna Capuozzo si è seduta con il marito per vedere "La Cruna dell'Ago". Ha visto il film in silenzio per ben 2 minuti e 40 secondi prima di chiedere: "E' il buono o il cattivo quello con gli occhiali?". Con questo tempo ha infranto il suo precedente record stabilito nel 1982 quando sedette in silenzio per 2 minuti e 38 secondi durante la proiezione de "Il Giorno più Lungo" prima di chiedere: "E' un film di guerra, vero?".

 

GUIDA IMPROPRIA

Il più lungo tragitto in automobile compiuto con il freno a mano tirato è stato quello di 414 km da Frosinone a Pisa dalla Dott.ssa Chiara Montero al volante della sua Saab 900 il 2 aprile del 1987. La Dott.ssa Montero annusò con certezza del fumo all'altezza di Cassino ma proseguì spedita fino a Pisa con le ruote posteriori fumanti. Questo tragitto detiene anche il record del viaggio più lungo con l'aria tirata e con l'indicatore di direzione destro lampeggiante.

 

MASSACRO ALL'APERTURA DEI SALDI

Il più alto numero di donne perite durante l'apertura dei saldi presso un grande magazzino è di 98. E' accaduto nella città di Modena il 12 febbraio 1991. All'apertura delle saracinesche alle ore 9:30 la folla scatenata all'ingresso ha travolto e ucciso 16 donne e altre 25 sono morte all'arrivo ai primi scaffali. Una rissa iniziata tra 7 donne per un tailleur blu ha visto l'escalation in una lotta all'ultimo colpo in cui hanno perso la vita altre 18 donne. L'incasso della giornata è stato devoluto in favore dei parenti delle vittime.

 

PETTEGOLEZZO

Il 18 febbraio del 1992, Enrica Bianchini, amica intima di tale Luisa Ciccotti si presentò a casa di quest'ultima per una visita di cortesia nel corso della quale la sig.a Ciccotti le rivelò, in stretta confidenza, che stava avendo una relazione extra-coniugale con il macellaio. Dopo che la signora Bianchini aveva lasciato la casa dell'amica alle ore 14:10 incominciò a raccontarlo a tutti, facendosi giurare di mantenere il segreto. Alle 14:30 già 128 persone conoscevano i fatti. Per le 14:50 il numero era salito a 372 e per le 16:00 del pomeriggio stesso 2.774 persone erano a conoscenza di tutti i particolari, compreso l'intero Centro Anziani, un paio di circoli ricreativi, alcuni turisti americani e la moglie del macellaio. Quando la sig.a Bianchini andò a letto alle ore 23:55 quella notte la relazione della sig.a Ciccotti era a conoscenza di ben 75.338 persone, abbastanza da riempire lo Stadio Olimpico.

 

GITA DI GRUPPO ALLA TOILETTE

Il record per il maggior numero di donne ad entrare in una toilette simultaneamente è detenuto dalle impiegate di un Ministero. Durante la festa per gli auguri di Natale la sig.a Annibaldi entrò nella toilette seguita da 146 colleghe. Muovendosi come una massa unica, il gruppo entrò nella toilette alle 9:52 per poi uscirne, dopo che tutte avevano finito i loro bisogni, ben 2 ore e 37 minuti dopo.

 

FRASE PRONUNCIATA CON UN UNICO RESPIRO

Una giovane donna è stata la prima a superare la barriera dei 30 minuti di parlato senza mai prendere il respiro. La sig.na Santucci, 25 anni, di Rieti ha infranto il precedente record di 23 minuti mentre entusiasticamente raccontava della sua vacanza in Olanda agli amici.

Ha raccontato i suoi aneddoti per uno strabiliante tempo di 32 minuti e 12 secondi senza mai prendere fiato prima di diventare blu e collassare per terra in preda agli spasmi. E' stata trasportata al locale pronto soccorso per poi essere dimessa dopo un breve controllo. Nel momento di massima loquacità raggiunse l'incredibile picco di 680 parole al minuto,

riuscendo a ripetere gli stessi aneddoti per ben 114 volte mentre i suoi amici continuavano inebetiti ad annuire. L'ultima parte del racconto è stata espressa da una flebile voce mentre gli ultimi due minuti sono stati solo di movimenti labiali accompagnati da un gesticolare vigoroso.

 

 



Visto l’articolo precedente, ci sentiamo in dovere di pareggiare l’eterna lotta tra i 2 sessi col seguente articolo…

QUELLO CHE LE DONNE PENSANO DEGLI UOMINI

 

Qual'è la differenza tra un uomo ed E.T.?    E.T. telefona a casa.

Per quale motivo l'uomo non pensa mai agli affari suoi?   a) Non pensa.  b) Non ha affari.

Qual'è la differenza tra un uomo ed un cane? Dopo un anno il cane è ancora eccitato quando ti vede.

Perchè la psicoanalisi è molto più veloce negli uomini. Quando devono tornare alla loro infanzia... già ci sono.

Cos' hanno in comune il clitoride, un anniversario ed il water ? Gli uomini li sbagliano sempre.

Come mai gli uomini sono come i parcheggi? I migliori se li sono già presi. Quelli liberi sono per lo più "Handicappati" o troppo piccoli.

Qual'è l'idea che gli uomini hanno di "Lavori domestici" ? Alzare la gamba affinchè la donna possa passare con l'aspirapolvere.

Perchè il Signore ha inventato l'uomo? Perchè il vibratore non è in grado di tosare l'erba del giardino.

Perchè gli uomini preferiscono sposare una vergine? Perche' non gradiscono le critiche.

Perchè agli uomini piace l'amore a prima vista? Perchè risparmiano tempo (ed io aggiungerei "e denaro").

Cosa puoi dare ad un uomo che ha di tutto? una donna che gli mostri come farlo funzionare.

Perchè la vedova nera uccide il compagno dopo la prima notte ?  Per stroncare il russare sul nascere.

Come si può capire che un uomo sta pensando al futuro?  Perchè compra 2 pacchi di lattine di birra anzichè uno.

Perchè gli uomini non hanno crisi di mezza età?  Perchè restano fermi all'adolescenza.

Che differenza c'è tra un bar per uomini ed un circo?  Al circo i clown non parlano.

Perchè gli uomini inseguono donne che non hanno intenzione di sposare?  Per lo stesso motivo per cui i cani inseguono le auto che non hanno intenzione di guidare.

Perchè gli uomini sono come i tosaerba? Sono difficili da mettere in moto, emettono cattivo odore e la metà delle volte non funzionano.

Qual'è la differenza tra un nuovo marito ed un nuovo cane?  a) Il cane è sempre felice di vederti.  b) Il cane impiega solo due mesi ad imparare le cose.

Perchè andare a letto con un uomo è come una "Soap opera" ? Perchè sul più bello finisce e ti dà appuntamento alla prossima puntata.

Come puoi definire un uomo con metà cervello?  Fortunato.

Cosa disse il Signore dopo aver creato l'uomo? "Posso fare di meglio"

Marito : "Facciamo una sveltina?"  Moglie : "Abbiamo anche un'alternativa?"

Cos'hai quando tieni in mano due palline?  La piena attenzione di un uomo.

Perchè l'uomo è come una tempesta di neve?  Perchè non sai quando viene, quanti cm. ti dara' e quanto tempo dura.

Come chiameresti un uomo intelligente in America (Oppure Italia, Francia etc.) ...Un turista.

Perchè e così difficile per una donna trovare uomini carini, gentili e sensibili? Perchè di solito hanno già un ragazzo.

Qual'è l'idea che gli uomini hanno del "sesso sicuro"?   Una testiera del letto imbottita!

Perchè gli uomini stupidi mettono ghiaccio nel preservativo?  Per fermare il gonfiore.

Come si intitola il libro più piccolo del mondo?  "Quello che gli uomini sanno delle donne"

Quanti uomini ci vogliono per svitare una lampadina?   5! Uno che la svita e quattro che lo stanno ad ascoltare quando si vanta di averlo fatto.

Qual'è l'idea che gli uomini hanno dei preliminari?   Mezz'ora di suppliche.

Cos'hanno in comune gli uomini e le bottiglie di birra?  Sono entrambi vuoti dal collo in su.

Come puoi sapere se un uomo è felice?  ..e chi se ne frega!!

 



 

 

QUESTO NUMERO DEL TONNUTO E’ STATO CHIUSO IN REDAZIONE ALLE

 ORE  9.00   DEL GIORNO 12/12/04  

 

  HANNO FATTIVAMENTE COLLABORATO A QUESTO NUMERO (E NOI LO RINGRAZIAMO) :

IL PORCELLINO D’INDIA RINGHIO

L’INDISPENSABILE AIUTO DEL GRANDE AMICO  FAZ

CIAO RAGAZ!!

 

SE AVETE MATERIALE CHE VOLETE PUBBLICARE…
SE AVETE UN CANTANTE PREFERITO DI CUI PARLARE…
SE VOLETE SAPERNE DI PIù SU QUALCHE ARGOMENTO…


 

IL NOSTRO INDIRIZZO E’  [email protected]

SCRIVETECI ! ! !